Oh god just gonna listen fast, here comes the crash.

Pina ed Ugo Fantozzi in vacanza, ecco cosa siamo. Lo spin off americano peró. Ma partiamo per ordine.

Io ho bocciato, per colpa mia pure (ma ho le mie scusanti) e per fortuna la macchina era ancora quella a noleggio. Questa, per la precisione.
Lo vedete quel bel muso tamarro? Ecco adesso è da qualche parte su Six Miles.

20120504-073745.jpg
Adesso guido una Hyundai con la targa della Florida, che secondo me è come da noi quella di Cuneo, la danno a chi non si destreggia tanto al volante, come me e gli anziani che vanno a svernare ad Orlando.
Voglio solo dire a mia difesa che io non avevo mai bocciato neanche in Italia ma qui non ci vogliamo far mancare niente!
Praticamente ero appena partita dal residence (ebbene si stiamo ancora al residence, ma questa è un’altra storia), alle quattro e mezza circa dove qui è rush hour (gli orari lavorativi americani sono fighissimi). Per prendere l’autostrada, che stava alla mia sinistra, avrei dovuto fare inversione di marcia, quindi parto svoltando a destra, vado un po’ avanti e alla prima stradina a sinistra decido di girare indietro. Solo che tra me e la stradina ci sono tre corsie di macchine in coda che procedono in direzione inversa. Metto la freccia a sinistra, mi fermo, aspetto che la prima corsia mi faccia passare, alla seconda il tizio nella macchina davanti mi fa segno di andare (anche se probabilmente col senno di poi, stava scacciando una mosca o salutando il cugino che passava…) e io al Vadi Contessa Vadi, andai. Peccato che appena misi il muso della Dodge Truzzo (lungo come la mia Panda intera), dall’altro lato arrivava una Saab e successe l’irreparabile.
Quello che è successo dopo è stato un misto di Oddio cosa ho fatto? Adesso arriva la polizia e mi arresta. Come sta il Sauro. Magari è sano all’apparenza ma ha un trauma cranico. Devo chiamare l’ambulanza. Devo togliermi di mezzo.
In effetti la trafila successiva è stata molto organizzata e asettica. Dopo essermi scusata con la ragazza della Saab ed averle assicurato che la mia assicurazione avrebbe coperto i danni visto che la colpa era mia, è arrivato un poliziotto che, in momenti separati, ci ha chiesto cosa era successo e cosa volevamo fare ed ha redatto un documento da portare alle assicurazioni .
La tizia in infradito (io ero in piumino e c’erano 6 gradi) ha scoperto dal padre che la loro assicurazione copriva solo i danni a terzi e non a se stessi anche se si ha ragione (welcome to usa) ed ha ripreso a piangere. Io a quel punto, son risalita sulla Dodge senza muso e me la son schinata.
Ora devo pagare 170$ dollari di multa per mancata precedenza. O andare dal giudice a spiegare le mie ragioni e vedere se me l’abbassa. Il poliziotto mi ha detto di fare così e un po’ sarei tentata di andare a vedere come funziona, ma alla fine ho già fin troppo realismo qui, tra burocrazia e containers bloccati alla dogana che credo pagherò e basta. Dopotutto è davvero solo colpa mia, badola di una Pina!

Per il resto Erre è caduto dalle scale della casa nuova mentre videochattava con la nonna 87enne che ovviamente non si è accorta di nulla, neanche mentre Erre semisvenuto passava il telefono a me che tagliavo corto e il Sauro piangeva spaventato. Beata gioventù!
Quindi ora ha una caviglia super gonfia, adattissima per superare enormi parcheggi per arrivare in qualsiasi posto, spostare i pesantissimi scatoloni ikea o per salire sulle scale ad appendere le tende.

Ma per il resto tutto bene. 🙂

Annunci

One thought on “Oh god just gonna listen fast, here comes the crash.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...