I’m a survivor.I’m goin’na make it.

20121201-185532.jpg

Sopravvissuta.

Sopravvissuta al giorno del Ringraziamento, al tacchino di cinque chili e mezzo, cotto nella versione americana gigante del saccoccio Buitoni, ripieno ovviamente. Alla salsa di mirtilli rossi, al gravy e alle mashed potatoes, che poi sarebbe il purè. Alla pecan pie che è una delle cose per cui ringrazio il giorno del Ringraziamento. Al football, dove la squadra di Detroit, i Lions, ha perso per il settimo anno consecutivo il Thanksgiving game. Alla parata di NY di Macys che il prossimo anno vorrei vedere dal vivo. È stata un ‘esperienza bellissima, una sorta di Natale in anticipo, con gli amici, il pranzo fino alle quattro del pomeriggio e la sera sul divano a lamentarsi per aver mangiato troppo. Solo fino a mezzanotte però, perché poi iniziava il delirio delle offerte online.

Sopravvissuta al Black Friday. Sopravvissuta all’outlet nel giorno del Black friday, e alla mia prima vera tormenta di neve. Quando il giorno prima c’era il sole e 17 gradi. Ho fatto quasi tutti i regali, in questo weekend di sconti. E anche realizzato alcune innegabili verità. Il BF è utile principalmente se vuoi comprare: un frigorifero, una tv o una lavatrice. È inutile fare la ressa nei negozi quando online trovi le stesse cose e la spedizione è gratuita. Per gli Outlet no, lì sgomitare è indispensabile. Toys r Us è un girone infernale dove migliaia di persone, per lo più sotto i sette anni, vengono stipate, volontariamente tra l’altro, in un unico negozio nel quale vengono erette strategiche barricate per impedire la fuga senza acquisti. Tutto quello che cercherai sarà esaurito. I prezzi che ti eri diligentemente appuntata dal volantino non saranno quelli effettivi e la merce sarà esposta non per fasce d’età ma per marca. Infatti io sono scappata, forzando una barricata di chitarre elettrice di Justin Bieber senza guardarmi indietro. Inutile dire che tutto quello che avevi visto nelle settimane precedenti e ti eri mentalmente appuntata di comprare al BF, era ovviamente finito. O scomparso. Sono comunque tornata a casa con un discreto bottino.

Sopravvissuta all’arrivo di babbo Natale nella nostra cittadina, che ho successivamente scoperto essere un po’ una super star nazionale che viaggia per tutto il Michigan tagliando nastri, sedendo bambini sulle ginocchia e accendendo le luminarie cittadine, cosa che ha fatto qui da noi. Il Sauro lo chiama Santa ovviamente, un po’ tipo “senta” pronunciato alla Barese e a me fa tanto ridere. Al parco quella sera c’erano almeno meno cinque gradi ma noi avevamo la tuta da sci per il Sauro e la cioccolata calda dell’Esercito della Salvezza per noi. Poi siamo andati al museo di Storia Civile, dove c’era una mostra su The Christmas Carol e il laboratorio della moglie di Babbo Natale, anche lei una star locale, ma in tono minore. Il Babbo era andato al centro commerciale ad accendere altre luci, ho sentito dire. Ah, dimeticavo di dire che da noi Senta è arrivato sul camion dei pompieri, in sirena addobbato con le luci natalizie. Il Sauro è impazzito, penso che le sirene e le luci siano una delle sue cose preferite in assoluto. Se poi ci aggiungi babbo Natale, Candy canes e Rudolph col suo naso rosso, allora è proprio una combo perfetta!

Sopravvissuta al Cyber Monday, che è come il black friday ma online. Un altro buon motivo per spendere insomma, ma ormai avevo perso un po’ l’entusiasmo e più che altro finito amici e parenti a cui voler fare i regali. Sopravvissuta al weekend lungo con il Sauro in casa e il gelo fuori. A dire il vero il venerdì all’asilo io l’ho mandato, ed erano in quattro in tutta la scuola! Sopravvissuto Erre a montare le luci in giardino a meno sei. Ha fatto un lavoro bellissimo anche se non possiamo competere con alcune case che brillano di lucine e renne e ghirlande e colori come sulla strip a Las Vegas.

Sopravvissuta a questi quasi cinque mesi lontana da casa, e adesso che inizi il conto alla rovescia per il ritorno in Italia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...